ESERCIZIO Blood Films for Morphology 2104BF

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
  • Autore
    Post
  • #8787 Rispondi
    Corbella Marco
    Amministratore del forum

    Apertura 7/06/2021 Chiusura 17/06/2021

    CASO 1 – Striscio 2104BF1 – Il quadro leucoeritroblastico costituisce l’argomento dei preparati distribuiti questo mese.
    Lo striscio di sangue periferico proviene da un paziente di 28 anni che presenta una storia medica complicata: 4 anni prima gli è stato diagnosticato un carcinoma embrionale metastatico del testicolo, trattato con orchiectomia e poli-chemioterapia. La malattia è ricaduta dopo otto mesi, con un’ulteriore adenopatia addominale che ha richiesto una chemioterapia di seconda linea. Lo striscio riguarda un campione prelevato durante un accesso in ospedale per infezione virale disseminata da varicella zoster, che ha causato un rapido peggioramento delle condizioni cliniche ed una insufficienza multi organo. Il paziente si è ripreso da questo episodio acuto, con risoluzione del quadro ematico anomalo, a tal punto che è stato successivamente preso in considerazione un successivo trattamento chirurgico e chemioterapico con l’intento della guarigione.
    Nel presente esercizio, la prima difficoltà consisteva nella scelta delle 5 principali anomalie che caratterizzavano il quadro, tenendo in considerazione la numerosità dei difetti morfologici presenti in questo preparato. In realtà c’è stato un buon accordo tra le risposte; infatti, i partecipanti hanno deciso di riportare eritroblasti e mielociti (definendo in questo modo un quadro leucoeritroblastico), così come la presenza di frammentazione eritrocitaria, policromasia (quadro microangiopatico), ed il riscontro di trombocitopenia (incrementando la probabilità di trovarsi nella condizione di una microangiopatia trombotica). Altre caratteristiche rilevanti includevano: nella serie eritroide una marcata diseritropoiesi a carico di molti eritroblasti (tra cui asincronia nucleo/citoplasmatica, multinuclearità, punteggiatura basofila, e la presenza occasionale di corpi di Howell Jolly); nella serie granulocitaria si osservava una granulazione prominente ed una parziale vacuolizzazione; presenza di promielociti, mielociti ed occasionali blasti. Si evidenziavano inoltre monociti vacuolati, linfociti reattivi ed alcune LGL.
    (..continua)

    CASO 2 – Striscio 2104BF2 – Questo secondo esercizio presenta un quadro eritroblastico che si è rivelato più chiaro in termini di diagnosi differenziale, anche in assenza di dettagli clinici. Proviene da un uomo di 61 anni, paziente ematologico noto e con una diagnosi di Mielofibrosi Primaria, associata a mutazione del gene calreticulina (CALR). A differenza del campione 2104BF1, qui i dacriociti sono molto evidenti insieme ai mielociti, agli occasionali promielociti e blasti ed agli eritroblasti, tutti elementi che costituiscono il quadro leucoeritroblastico. La conta piastrinica appare normale, ma la significativa anisocitosi piastrinica e la presenza di occasionali piastrine giganti costituiscono caratteristiche morfologiche coerenti con un disordine mieloproliferativo primario. Il numero non rilevante di elementi basofili, eosinofili e mielociti non è suggestivo per una diagnosi di LMC; tuttavia, si rende necessario confermare l’assenza del riarrangiamento BCR-ABL. Tra le emazie si evidenziano alcune cellule policromatiche e la presenza di punteggiatura basofila, presumibilmente conseguenza di un’eritropoiesi sotto stress, sebbene gli eritroblasti appaiano molto meno displasici rispetto al campione BF1.
    Tra i partecipanti che hanno inviato un commento diagnostico, la maggioranza ha suggerito una diagnosi di mielofibrosi. Alla luce della presenza di punteggiatura basofila, un quadro di MPN/MDS, o di avvelenamento da piombo, costituivano ipotesi ragionevoli.

Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
Rispondi a: ESERCIZIO Blood Films for Morphology 2104BF
Le tue informazioni: