ESERCIZIO Blood Films for Morphology 2102BF

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
  • Autore
    Post
  • #8654 Rispondi
    Corbella Marco
    Amministratore del forum

    Apertura 01/03/2021 Chiusura 11/03/2021

    CASO 1 – Striscio 2102BF1 – Lo striscio di sangue periferico proviene da un uomo di 75 anni che presenta perdita di peso e letargia. Si nota una marcata leucocitosi dovuta a proliferazione mieloide e leucoeritroblastosi. È presente una marcata displasia della serie mieloide con ipogranulosità e atipica segmentazione nucleare. Alcuni neutrofili appaiono binucleati (verosimile indicazione di tetraploidia), altri mostrano una cromatina condensata in maniera anomala e frequenti irregolarità del contorno nucleare. Si evidenziano anche in maniera significativa promielociti e mielociti ipogranulati. I precursori dei globuli rossi presentano frequentemente displasia nucleare. Le piastrine mostrano un’ampia variabilità di dimensioni e, in parte, perdita di granulosità. Sono presenti mieloblasti che appaiono, per la maggior parte, di grandi dimensioni con nucleoli evidenti e granulazioni citoplasmatiche. Non si evidenzia un eccesso di monociti, eosinofili e basofili. Per quanto riguarda l’analisi midollare, nel report non è riportata la quantificazione dei blasti in morfologia né in citofluorimetria, quindi non è possibile fare diagnosi, ma sembra probabile una patologia mielodisplastica/mieloproliferativa. L’analisi citogenetica mostra un cariotipo normale e non è stato rilevato BCR-ABL1.
    Le caratteristiche principali sono state correttamente riportate dalla maggioranza dei partecipanti. Tuttavia, la conta differenziale dei leucociti si è rivelata l’aspetto più difficoltoso (survey 2001DF).

    CASO 2 – Striscio 2102BF2 – Il preparato proviene da un uomo di 78 anni con sindrome mielodisplastica (già nota) associata a un normale cariotipo. Il paziente ha sviluppato leucocitosi ed una anemia progressiva. Lo striscio mostra mieloblasti evidenti, che presentano una morfologia classica; in parte di essi sono presenti corpi di Auer. L’analisi citofluorimetrica ha quantificato come blasti il 30% delle cellule nucleate, ma morfologicamente la proporzione appare significativamente maggiore. È presente una minima maturazione mieloide e le caratteristiche riscontrate sono suggestive di evoluzione a leucemia acuta mieloide.
    Le note morfologiche riportate dai partecipanti sono corrette, e questo dato è rassicurante, in quanto un caso di questo tipo non dovrebbe causare difficoltà morfologiche o diagnostiche.

Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
Rispondi a: ESERCIZIO Blood Films for Morphology 2102BF
Le tue informazioni: